George Strait il “Re del Country”

pubblicato in: The Giants | 0

Così è stato definito Big George da milioni e milioni di suoi fans e da un numero imprecisato di esperti musicali.

Strait, classe 1952, nato a Poteet (Texas), cantante, chitarrista e pianista, e immancabilmente appassionato di cavalli (poteva forse non esserlo?), ha iniziato ad amare il Country quando frequentava il liceo e studiava Agricoltura al college.

Quella musica continuava a chiamarmi e ad incantarmi – racconta – così entrai nella Banda Hole e cominciai a credere in me stesso e a realizzare i primi sogni”.

Da allora si è via via imposto prima in chiave nazionale e poi a livello internazionale, grazie al suo timbro vocale dolce e rassicurante, alle song leggere e piacevoli con un tratto musicale che ha saputo fondere sapientemente tradizione a modernità.

La sua carriera professionale si è svolta presso la MCA Records Nashville.

Un dato impressionante: la vendita delle interpretazioni si aggira attorno al 69 milioni di dischi.

Strait era, e resta, un mito per tutti: dai semplici cultori di questo genere a personaggi conosciuti in tutto il mondo (è particolarmente apprezzato e ammirato dalla Famiglia Bush).

Nell’81 ha conseguito un chiaro successo con l’album ‘Strait Country’, seguìto tre anni dopo con ‘Fort Worth Ever Cross Mind’ che gli ha fruttato una vera e propria esplosione di popolarità destinata a non fermarsi più.

Come non ricordare l’album ‘Pure Country’ del ’92 che è divenuto la colonna sonora dell’omonimo film? Molte delle sue canzoni si sono trasformate col passare del tempo nel patrimonio comune di numerosi singers con cappello, stivali e chitarra in mano, i quali, pur mantenendo la propria identità stilistico-interpretativa, ne sono rimasti interiormente influenzati, inserendo nel proprio repertorio brani celebri come ‘Amarillo By Morning’, ‘Amen’, ‘Easy Come Easy Go’ e ‘Love Without End’.

George è stato definito in modo appropriato il ‘Nuovo Tradizionalista’ grazie anche ai suoi tre decenni di inarrestabili successi: piace infatti sia ai giovani che ai ‘meno giovani’.

Sono ben 33 i dischi di platino, e risulta terzo in tutti i generi, dietro solo ai Beatles e ad Elvis Presley. Nel 2006 è stato inserito nella Country Music Of Fame.

Proponiamo alcune delle sue interpretazioni più conosciute ed amate oltre a quelle sopracitate. ‘I Cross My Heart’, ‘How Bout Them Cowgirls’, ‘Somewhere Down In Texas’, ‘One Night At A Time’, ‘Honkytonkville’, ‘Cowboys Like Us’, ‘It Just Comes Natural’, ‘Give It All We Go Tonight’, ‘Troubadour’ e ‘Love in Everything’ uscito nel 2013.

Arie dal ritmo cadenzato e al tempo stesso frizzante, che dicono tutto della sua ricchezza interiore di uomo e di artista.

 

Il Texano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *