Buddy Jewell Jr., la voce che ha incantato Nashville

pubblicato in: The Giants | 0

Nativo di Lepanto (Arkansas), fin dai primissimi anni di vita è stato affascinato dalla musica, grazie all’influenza del padre (Buddy) e dello zio. Una carriera ufficiale iniziata all’età di 21 anni, e proseguita con crescente successo un po’ ovunque. In tempi recenti, nelle sue varie tournée italiana (ultima tappa al Cowboys Guest Ranch di Voghera dopo essersi esibito nel Comasco, a Biella, a Vicenza e a Roma) ha incantato i nostri fans, proponendo un repertorio che tratteggia il suo stile diretto e semplice, sempre capace di trascinare ed emozionare con la sua chitarra in mano.
Buddy Jewell Jr. è un singer poliedrico, il cui genere spazia dal Country puro al Country rock, con alle spalle numerose esperienze che lo hanno portato nel gotha della musica targata USA – Stati del Sud. Non per nulla si è imposto quale primo vincitore del Talent Show ‘Nashville Star’ nel 2003 (Columbia Records).
Influenzato dall’arte canora e dai messaggi di Johnny Cash, nel corso degli anni ha maturato varie esperienze, ad iniziare dal suo ingresso nella White Oak Band per poi venire a contatto con gli Alabama, la cui vicinanza si è rivelata fondamentale per la sua arte. Trasferitosi a Nashville all’età di 32 anni, Buddy registrò ben cinquemila pezzi demo, collaborando fra gli altri con George Strait e Gary Allan. Dal 2003, periodo della sua consacrazione con ‘Help Pour Out The Rain’, ecco il primo fortunatissimo singolo dell’album ‘Buddy Jewell’ prodotto da Clint Black. Album che vendette mezzo milione di copie tanto da conseguire il ‘riconoscimento d’oro’ della Recording Industry Association Of America. Poi altri successi grazie alla pubblicazione di ‘Sweet Southern Comfort’ e di ‘One Step At A Time’. Due anni dopo ecco il secondo album per la Columbia intitolato ‘Times Like These’. Si sono alternati in seguito momenti meno fortunati, ma la forza talentuosa di Buddy non si è fermato. Perché il Nostro possiede un carattere in grado di superare i periodi difficili. Amatissimo dai suoi ammiratori, questo artista prosegue il proprio cammino imperterrito ottenendo quei risultati che ne confermano le capacità musicali e umane.
Oltre ai brani già citati, vale davvero la pena ascoltarne altri, che rivelano le caratteristiche di questo autore dalla voce calda, morbida e suadente, in alcuni casi rassicurante. Parliamo di ‘Unaswered Prayers’, ‘Jesus, Elvis, and Me’, ‘This Ain’t Mexico’, ‘Somebody Who Would Dee For’ e ‘If She Were Any Other Woman’.
Buddy Jewell appartiene a quella categoria di persone che vive per la musica al di là delle mode e dell’esaltazione pavoneggiante del proprio io. Per lui cantare significa esprimere il meglio della propria interiorità, da condividere con chi ascolta.

Il Texano

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *